Askos Susumaniello 2017 Salento IGT Masseria Li Veli
zoom_out_map
chevron_left chevron_right
-15%Non disponibile

Askos Susumaniello 2017 Salento IGT Masseria Li Veli

13,00 € (Tasse incl.) |15,88 € -15% 11,07 € (Tasse escluse)
block Non disponibile
Tasse incluse

MARCA chevron_right

Salento IGT
Puglia
Italia
Susumaniello 100%
0.75 l
14.00%
2017
2018/2024
8/10
Secondi di carne
16-18°
Contiene solfiti


<b>15</b> Acquistando questo prodotto accumulerai 20 punti con il nostro programma fedeltà. Puoi convertire 20 punti nel tuo account in un buono per un acquisto futuro.

Scheda tecnica

DESCRIZIONE
Da vitigni coltivati con sistema di allevamento a spalliera, nella zona di Cellino San Marco, a Brindisi, nasce la linea Askos di Masseria Li Veli. I vini sono prodotti esclusivamente con uve provenienti da zone a particolare vocazione nelle quali il vitigno è allevato secondo i canoni di un'antica memoria. Il simbolo è un askos, decanter dal greco antico. Askos Susumaniello deriva dalle ottime uve dell'omonimo vitigno, che donano a questo vino un colore rosso rubino, con riflessi violetti. All'olfatto presenta aromi di frutta a bacca rossa come lampone, ciliegia marasca e cassis a cui seguono liquirizia, rabarbaro, cuoio. In bocca entra morbido e di buona grassezza, è elegante ed equilibrato con tannini completamente integrati. Il finale è lungo con un tocco di acidità per una sensazione di grande freschezza.

CIBO-VINO
Ottimo vino per accompagnare primi piatti tipici della cultura pugliese, come le orecchiette al sugo, o con un tagliere di formaggi stagionati locali.

MARCA
Un progetto che rinasce nel 1999 dalla famiglia Falvo, con oltre 40 anni di esperienza nel settore del vino, con la volontà di dare vita ad un progetto di grande qualità in Puglia. Masseria Li Veli è ubicata a Cellino San Marco, nel Salento, e si estende per 33.000 mq di superficie, di cui 3.750 mq comprendono uffici, zona ricettiva, locali di vinificazione, di invecchiamento e stoccaggio. Alla viticoltura sono destinati 33 ettari della proprietà, in cui prevale come forma di allevamento l’alberello pugliese a testa di salice, con sesto di impianto a settonce. Nell’azienda vengono coltivati prevalentemente vitigni autoctoni, tra i quali prevale il Negroamaro, seguito dal Primitivo, al quale si susseguono il Susumaniello, il Malvasia Nera, L’Aleatico, il Fiano e, ultimo ma non per...

chat Recensioni (0)